FIT KID

Statuto

Statuto dell’Associazione Polisportiva Gymnasium Lugano

​1. Nome e sede
A norma dell’art. 60 e segg. del Codice civile è costituita un’associazione denominata Polisportiva Gymnasium Lugano con sede nel comune di Lugano.

​2. Finalità
L’associazione ha quale fine la promozione della ginnastica e degli sport in generale, nei bambini e negli adulti, con particolare attenzione agli aspetti di armoniosa formazione psicomotoria, educazione, igiene e socialità.

A titolo d’esempio il campo d’azione dell’associazione prevede:

  • La promozione generica dello sport ricreativo e agonistico, dell’educazione fisica e di uno stile di vita attivo e salutare;
  • L’organizzazione e la fornitura di corsi, test, gare, spettacoli ed eventi;
  • L’organizzazione di gare regionali, nazionali e internazionali;
  • La diffusione di materiale divulgativo e didattico in ambito sportivo e salutistico.

I principi della Carta Etica nello sport rappresentano parte integrante dell’attività dell’associazione (Vedi Carta Etica Swiss Olympic, in appendice allo Statuto).

3. Affiliazioni
L’Associazione, per quanto concerne l’attività di Fit Kid, aderisce al circuito di gare della Federazione Internazionale IBBF, sezione Fit Kid.

​4. Mezzi, contributi sociali
Per il perseguimento della finalità, l’associazione dispone:

  • dei contributi dei soci, i quali vengono stabiliti annualmente nell’ambito dell’assemblea dei soci o dalla direzione. Ai soci può essere chiesto un contributo straordinario per corsi, gare e altre manifestazioni organizzati dall’associazione;
  • di altre risorse, quali regali e donazioni, sponsorizzazioni, ricavi derivati dall’organizzazione di manifestazioni e di eventi e dalla diffusione di materiale didattico.

L’esercizio finanziario va dal 1° settembre dell’anno in corso fino al 1° settembre dell’anno successivo, periodo normalmente corrispondente all’organizzazione sociale delle attività sportive.

​5. Ammissione soci
Ogni persona fisica e giuridica, che è interessata e condivide le finalità dell’associazione, può diventare socio. Le richieste d’ammissione vanno inoltrate alla direzione e l’assemblea sociale delibera sull’ammissione o eventuale rifiuto che non necessita specifica motivazione.

Sono distinti:

  • Soci attivi dirigenti: ovvero coloro appartenenti al direttivo (Senza obbligo di pagamento della tassa associativa)
  • Soci attivi atleti, ovvero coloro che svolgono le attività̀ proposte dalla Società, nel caso di minorenni rappresentati da un genitore (Con obbligo di pagamento della tassa associativa)
  • Soci passivi, ovvero sostenitori e contribuenti (Senza diritto di voto)
  • Soci onorari: la direzione può proporre la nomina di soci onorari, ovvero persone con meriti speciali (Senza diritto di voto e senza obbligo di pagare la tassa associativa)
  • Soci ospiti, ovvero atleti attivi e affiliati ad altri club, ma che si allenano saltuariamente o regolarmente pagando la tassa sociale (Senza diritto di voto).

Tutti i soci hanno dovere di rappresentare con onore l’associazione durante l’attività, le manifestazioni e la loro vita quotidiana.

6. Assicurazione dei soci
L’esercizio della pratica sportiva da parte dei soci avviene a proprio rischio:

  • L’associazione non si assume alcuna responsabilità per incidenti o danni a terzi, attrezzature e ambienti;
  • L’assicurazione contro gli infortuni è a carico dei soci.

7. Cessazione dell’appartenenza
L’appartenenza cessa:

  • nel caso di persone fisiche, per mancato pagamento della tassa associativa annuale entro i termini previsti (I soci possono eventualmente essere riammessi al pagamento della tassa associativa);
  • mediante dimissione, esclusione o decesso;
  • nel caso di persone giuridiche, mediante dimissione, esclusione o scioglimento.

8. Dimissioni ed esclusione
Le dimissioni sono possibili in qualsiasi momento con il preavviso di cui all’art. 70 cpv. 2 CC. La lettera di dimissione deve essere inviata alla direzione tramite raccomandata, preceduta da avviso via email.

Un socio può essere escluso dall’associazione in qualsiasi momento senza necessità di fornire motivazione. L’assemblea sociale delibera in merito all’esclusione e la comunica al socio per iscritto tramite raccomandata. (art. 65 cpv. 1 e art. 72 CC).

​9. Organi dell’associazione
Gli organi dell’associazione sono:

  • l’Assemblea sociale;
  • la Direzione sociale.

​10. L’Assemblea sociale
L’organo supremo dell’associazione è l’Assemblea sociale ordinaria che ha luogo annualmente. E’ possibile convocare un’assemblea straordinaria su decisione del presidente congiuntamente alla Direzione sociale, al fine di deliberare su questioni urgenti e controversie.

I soci vengono invitati all’Assemblea sociale con un anticipo di due settimane, mediante comunicazione per iscritto, a mezzo di email, con allegato l’ordine del giorno.

L’Assemblea sociale ha i seguenti compiti:

  1. elezione o revoca della Direzione;
  2. elezione o revoca della Presidenza (ogni 3 anni);
  3. elezione o revoca del Comitato Tecnico Sportivo;
  4. elaborazione e modifica degli statuti;
  5. approvazione del bilancio e valutazione degli investimenti futuri;
  6. elaborazione del programma delle attività societarie;
  7. determinazione del contributo dei soci;
  8. ammissione ed esclusione dei soci;
  9. eventuali all’ordine del giorno.

In seno all’Assemblea sociale ogni socio, compiuti i 16 anni, ha diritto a un voto e le decisioni vengono prese con una semplice maggioranza dei voti dei soci presenti.

11. La Direzione Sociale
La Direzione sociale e composta da minimo 2 e massimo 10 membri, gestisce le attività associative e rappresenta l’associazione all’esterno. Essa è composta da:

  • Presidente;
  • Segreteria amministrativa e logistica;
  • Comitato Tecnico Sportivo;
  • Responsabile relazioni esterne;
  • Responsabile della comunicazione;
  • Centro Studi e Ricerche

Per l’organizzazione e la fornitura di corsi, eventi ed altri compiti particolari, la Direzione Sociale può impiegare comitati non permanenti.

A titolo generale:

  • il presidente coordina l’intera organizzazione della Direzione sociale e delle attività e ha un ruolo istituzionale e rappresentativo.
  • la segreteria si occupa dell’amministrazione, della calendarizzazione e dell’organizzazione logistica.
  • il Comitato Tecnico Sportivo (CTS) propone decisioni in termini di didattica e programmazione dell’attività sportiva, nomina di allenatori e assistenti e scelta di attrezzature sportive.
    Possono far parte del presente comitato esclusivamente persone con adeguate competenze, a titolo d’esempio: Laurea in Scienze dello Sport, Tecnici Sportivi abilitati, Psicomotricisti, o studenti come assistenti. Il Responsabile Tecnico è parte, in qualità di responsabile per il suo funzionamento, del Comitato Tecnico Sportivo. Eventuali giudici sono parte del Comitato Tecnico Sportivo,
  • il Responsabile delle relazioni esterne di occupa delle relazioni della società con l’esterno sviluppando e mantenendo rapporti con autorità, media, fornitori, sponsor, genitori;
  • il Responsabile della comunicazione di occupa della comunicazione a livello di immagine e contenuti curando il sito web, i social media, riviste e materiale promozionale.
  • il Centro Studi e Ricerche (CSR) ha il compito effettuare studi e ricerche, al fine di migliorare gli aspetti tecnico-fisici ed educativi della pratica sportiva.

12. L’Ufficio di revisione
L’Assemblea sociale nomina il revisore dei conti, il quale controlla la contabilità e esegue almeno una volta all’anno un controllo casuale.

13. Firma
L’associazione è vincolata alla firma individuale del presidente.

14. Responsabilità
Per i debiti dell’associazione risponde solo il patrimonio dell’associazione, è esclusa la responsabilità personale dei soci (art. 75a CC).

​15. Scioglimento dell’associazione
Lo scioglimento può essere deliberato in qualsiasi momento dall’Assemblea sociale.

Con lo scioglimento dell’associazione, il patrimonio dell’associazione sarà indirizzato a un’istituzione che persegue la stessa o una simile finalità.

16. Entrata in vigore
I presenti statuti sono stati accettati nell’ambito dell’assemblea costitutiva del 20 agosto 2020.

CARTA ETICA

APPENDICE 1a

Assieme per un’attività sportiva salutare, leale e rispettosa!

Sette principi della Carta etica nello sport:

  1. Adottare lo stesso comportamento nei confronti di ogni persona!
    La nazionalità, l’età, il sesso, le preferenze sessuali, l’appartenenza sociale, l’orientamento politico e religioso non sono elementi pregiudizievoli.
  2. Armonizzare l’attività sportiva e la vita sociale!
    Rendere compatibili le esigenze dell’allenamento e della competizione con la formazione, il lavoro e la famiglia.
  3. Promuovere la responsabilità individuale e collettiva!
    Le sportive e gli sportivi sono coinvolti nelle decisioni che li riguardano.
  4. Incoraggiare rispettosamente senza esagerare!
    Le misure adottate per raggiungere gli obiettivi sportivi non ledono né l’integrità fisica né l’integrità morale delle sportive e degli sportivi.
  5. Educare alla lealtà e al rispetto dell’ambiente!
    Il rispetto contraddistingue la condotta da adottare nei confronti del prossimo e della natura.
  6. Opporsi alla violenza, allo sfruttamento ed alle molestie sessuali!
    Fare della prevenzione senza falsi tabù: essere vigilanti, ma sensibilizzare e intervenire in maniera adeguata.
  7. Rifiutare il doping e gli stupefacenti!
    Informare efficacemente e, nel caso di un’infrazione, intervenire senza esitare.

SPORT SENZA FUMO

APPENDICE 1b

L’applicazione di sport senza fumo esige quanto segue:

  • niente fumo prima, durante e dopo la pratica sportiva;
  • i locali della società sono non fumatori;
  • rinuncia ad ogni tipo di sostegno finanziario da parte di aziende del tabacco;
  • organizzazione di manifestazioni senza fumo, ovvero: competizioni, sedute (assemblee dei delegati e assemblee generali incluse), eventi speciali: ad es. accademia di ginnastica, feste di Natale, giubilei, tombola della società.